500 posti di lavoro al Ministero del Turismo

0

Il MIBAC – Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo approfitta delle opportunità date dalla legge di stabilità 2016 e comunica 500 assunzioni con contratto a tempo indeterminato di personale da inquadrare nella III area del personale non dirigenziale, posizione economica F1.

Andiamo a vedere i dettagli relativi a queste offerte di lavoro, oltre a fornire tutte le informazioni utili per fare domanda di concorso se interessati.

Mansioni per le quali è possibile candidarsi

La domanda di concorso può essere inoltrata per lavorare al Ministero in una delle seguenti mansioni:

  • antropologo
  • archeologo
  • architetto
  • archivista
  • bibliotecario
  • demoetnoantropologo
  • promozione e comunicazione
  • restauratore
  • storico dell’arte

concorso ministero turismo

Titoli di studio richiesti

Condizione essenziale per fare domanda di concorso è possedere un titolo di studio adeguato alla mansione da ricoprire, nello specifico:

Profilo professionale di archeologo

Laurea in archeologia o equivalente e diploma di specializzazione, dottorato, master universitario di secondo livello di durata biennale in materie attinenti al patrimonio culturale.
– in alternativa:
laurea in materie attinenti al patrimonio culturale e diploma di specializzazione in archeologia o equivalente.

Profilo professionale di antropologo

Laurea in antropologia o equivalente e diploma di specializzazione, dottorato, master universitario di secondo livello di durata biennale: materie attinenti al patrimonio culturale.
in alternativa:
– laurea: materie attinenti al patrimonio culturale con diploma di specializzazione: antropologia o equivalente.

Profilo professionale di architetto

Laurea in architettura o equivalente con diploma di specializzazione o master universitario di secondo livello di durata biennale: beni architettonici e del paesaggio o equivalente; dottorato: materie attinenti al patrimonio culturale.

Profilo professionale di archivista

Laurea: tutte le discipline con specializzazione: diploma delle scuole di alta formazione e di studio che operano presso la Scuola di specializzazione in beni archivistici e librari o presso le Scuole di archivistica, paleografia e diplomatica del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo istituite presso gli archivi di Stato o titoli equipollenti; dottorato di ricerca o master universitario di secondo livello di durata biennale in beni archivistici o equivalente.

Profilo professionale di bibliotecario

Laurea: tutte le discipline con specializzazione: diploma delle scuole di alta formazione e di studio che operano presso la Scuola di specializzazione in beni archivistici e librari o presso le Scuole di archivistica, paleografia e diplomatica del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo istituite presso gli archivi di Stato o titoli equipollenti; dottorato di ricerca o master universitario di secondo livello di durata biennale in beni librari o equivalente.

Profilo professionale di demoetnoantropologo

Laurea: antropologia o equivalente; con diploma di specializzazione, dottorato, master universitario di secondo livello di durata biennale: materie attinenti al patrimonio culturale.
in alternativa:
– laurea: materie attinenti al patrimonio culturale con diploma di specializzazione: demoetnoantropologia o equivalente.

Profilo professionale promozione e comunicazione

Laurea: materie attinenti al patrimonio culturale, alla promozione e alla comunicazione e diploma di specializzazione, dottorato, master universitario di secondo livello di durata biennale: materie attinenti al patrimonio culturale, alla promozione e alla comunicazione.

Profilo professionale di restauratore

Laurea: restauro o equivalente e diploma di specializzazione, dottorato, master universitario di secondo livello di durata biennale: materie attinenti al patrimonio culturale.

Profilo professionale di storico dell’arte

Laurea: storia dell’arte o equivalente con diploma di specializzazione, dottorato, master universitario di secondo livello di durata biennale: materie attinenti al patrimonio culturale.
in alternativa:
– laurea: materie attinenti al patrimonio culturale con diploma di specializzazione: storia dell’arte o equivalente.

Requisiti richiesti

Titolo di studio a parte per ogni mansione si richiedono:

  • cittadinanza italiana o di un altro Stato membro dell’Unione europea ovvero altra cittadinanza secondo quanto previsto dall’articolo 38 del decreto legislativo n. 165 del 2001
  • età non inferiore a 18 anni
  • limitatamente al profilo di architetto, abilitazione all’esercizio della professione
  • idoneità fisica allo svolgimento delle funzioni cui il concorso si riferisce
  • godimento dei diritti politici
  • non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo
  • non essere stati destituiti, dispensati o dichiarati decaduti dall’impiego presso una pubblica amministrazione oppure interdetti dai pubblici uffici in base a sentenza passata in giudicato
  • non avere precedenti penali incompatibili con l’esercizio delle funzioni da svolgere nell’ambito dei compiti istituzionali del Ministero

Come fare domanda di concorso

Per fare domanda di concorso dovete andare sul sito ufficiale del Ministero del turismo dei beni e delle Attività Culturali e compilare il modulo, da inviare per via telematica entro e non oltre il giorno 8 luglio 2016.

Nota: dal momento che nella disciplina della procedura di selezione si parla di

trentesimo giorno, compresi i giorni festivi, decorrenti dal giorno successivo a quello dell’avviso nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana della pubblicazione del bando.

supponiamo che il bando di concorso sarà pubblicato in G.U. il giorno 8 giugno 2016.

Prove d’esame

Le prove d’esame ovviamente saranno differenziate a seconda della mansione che si vuole andare a ricprire al MIBAC, tuttavia possiamo già anticipare che si comporranno di:

  1. preselezione: per determinare l’ammissione dei candidati alle successive prove scritte, in numero pari a 5 volte il numero dei posti messi a concorso per ciascun profilo professionale; avrà durata di 90 minuti e consisterà in 100 domande a risposta multipla, di cui 10 formulate in inglese
  2. prove scritte (una prova teorica e una prova pratica)
  3. prova orale, di competenza delle singole Commissioni esaminatrici, consisterà in un colloquio sulle materie oggetto delle prove scritte, con l’aggiunta di una conversazione in lingua inglese
  4. valutazione titoli

La prova di preselezione si svolgerà entro il 29 luglio 2016.

 

Share.

Commenta