200 posti di lavoro nel Distretto Aerospaziale Piemonte

0

L’aerospaziale a Torino si conferma come secondo elemento di traino dell’economia locale: sono 200 i posti di lavoro in arrivo nel Distretto Aerospaziale del Piemonte tra il 2016 e il 2017, ma si prevedono circa 400 assunzioni considerando anche l’indotto.

L’annuncio è stato dato dall’ad di Finmeccanica Mauro Moretti, nella sede di Leonardo a Caselle (presente anche il sindaco di Torino Piero Fassino) che ha sottolineato quanto l’occupazione che si andrà a creare sia di altissima qualità e come il distretto potrebbe in futuro arrivare a collaborare strettamente con l’industria automobilistica per lo sviluppo dei veicoli a guida assistita.

Una galassia di imprese a supporto della tradizione industriale di Torino

Il distretto aerospaziale del Piemonte è una delle realtà più interessanti in Italia e forse nel mondo per quanto riguarda lo sviluppo di nuove tecnologie: sfruttando la lunga tradizione industriale della città esso si compone di 5 grandi aziende, 200 tra piccole e medie imprese, più università e istituti dediti alla ricerca.

Le 5 grandi aziende che fanno da traino al distretto sono Alenia Aeronautica, Avio, Galileo Avionica, Microtecnica, Thales e Alenia Space nomi di assoluto rilievo nel panorama industriale italiano.

distretto aerospaziale piemonte foto

200 posti di lavoro altamente specializzati

Stando a quanto spiegato dall’ad Moretti le 200 assunzioni riguarderanno principalmente tecnici e ingegneri, personale altamente specializzato che sarà assunto per lavorare a progetti di un certo prestigio, queste le dichiarazioni:

“Sono infatti già in corso 100 mila ore di formazione per riqualificare le 3 mila persone già presenti nella sede torinese dell’azienda che a fine aprile ha cambiato nome da Finmeccanica a Leonardo e presto partiranno le assunzioni di personale stabile. L’installazione del nuovo apparato radar sui veicoli Eurofighter ha infatti allungato vita industriale di questi prodotti di almeno vent’anni e quindi consente di proseguire la produzione degli eurofighter alle porte di Torino”.

Da distretto aerospaziale a FCA: le frecciate di Moretti

L’ad di Finmeccanica lancia inoltre un messaggio non troppo velato al manager di FCA Marchionne, ricordando come la partnership tra Fiat Chrysler Automobiles e Google per lo sviluppo di veicoli a guida autonoma potrebbe tranquillamente essere anche competenza del polo aerospaziale del Piemonte, che è perfettamente in grado di portare avanti progetti relativi alla guida senza pilota, dal momento che si tratta del polo leader in Europa per questo genere di tecnologie e ha già conseguito importanti riconoscimenti in tutto il mondo per il proprio operato

… che in futuro una sinergia tra i due maggiori settori trainanti della città di Torino possa portare ulteriore occupazione in città? Per ora l’unico dato certo sono le 200 offerte di lavoro che arriveranno, alcune a breve altre comunque entro il 2017.

 

 

Share.

Commenta