500 assunzioni a Genova per emergenza Ponte Morandi

0

Il crollo di Ponte Morandi ha creato un’emergenza a Genova che porterà 500 assunzioni di personale in vari enti locali;

la notizia è arrivata contestualmente alle anticipazioni sul decreto d’urgenza, atteso dal 14 agosto 2018, giorno della tragedia, e che dovrebbe essere presentato entro poche ore.

Cerchiamo di capire in cosa consisteranno queste offerte di lavoro, che avranno il duplice obiettivo di creare occupazione e, soprattutto, andare a gestire una situazione tutt’altro che semplice per il capoluogo ligure.

Sopperire all’interruzione del Viadotto della Valpolcevera

Il decreto d’urgenza servirà a tamponare l’emergenza scaturita dal crollo di un ponte che, di fatto, era il punto nodale del cosiddetto Viadotto della Valpolcevera.

assunzioni genova morandi

Il ponte venne costruito su progetto dell’ing. Riccardo Morandi, figura storica dell’architettura in cemento armato, che costruì opere in tutto il mondo (ricordiamo le opere di Agrigento, Catanzaro e della Magliana in Italia, ma anche quelli in Venezuela e Libia).

500 posti di lavoro a tempo determinato

Stando alla bozza del decreto d’urgena (ormai pubblicata anche su numerosi quotidiani) all’

Articolo 2 – PCM, Disposizioni concernenti il personale

si prevede che la Regione Liguria, il Comune di Genova, gli enti del settore regionale allargato e le relative società a partecipazione pubblica o a controllo pubblico possano assumere con contratti di lavoro a tempo determinato, in deroga ai vincoli di contenimento della spesa di personale previsti dalla normativa vigente, 250 unità di personale nel 2018 e altre 250 nel 2019.

Concorsi in arrivo a Genova

Va da sè che tutto il personale che non sarà assunto atingendo da graduatorie preesistenti in Polizia, Protezione Civile, Vigili del Fuoco ecc. dovrà essere selezionato tramite concorso pubblico, motivo per cui riesce difficile pensare che possano esserci agevolazioni a riguardo per gli sfollati di Via Porro e Via Fillak;

per conoscere i dettagli delle assunzioni occorrerà attendere la pubblicazione dei bandi di concorso in Gazzetta Ufficiale, quindi seguire le indicazioni che saranno fornite nel bando stesso.

Share.

Commenta