Concorso Esercito VFP1 2018: 8.000 posti lavoro

0

L’Esercito Italiano ha pubblicato il bando di concorso VFP1 del 2018 finalizzato al reclutamento di 8.000 volontari;

si tratta di un’opportunità davvero ottima per chi desidera lavorare al servizio del Ministero della Difesa e avviarsi a una carriera potenzialmente ricca di grandi soddisfazioni;

vale dunque la pena andare a vedere il dettaglio dei requisiti richiesti, le prove da sostenere e le indicazioni di massima per inoltrare correttamente la richiesta di partecipazione al concorso.

4 blocchi di incorporamento VFP1

Gli 8.000 VFP1 saranno assunti in 4 blocchi:

  1. prevista incorporazione nel mese di maggio 2018 di:
    1960 volontari per incarico o specializzazione che sarà assegnato dalla Forza Armata;
    10 per la posizione organica di elettricista (al termine della fase basica di formazione prevista per i VFP 1);
    10 per posizione organica di idraulico (al termine della fase basica di formazione prevista per i VFP 1);
    10 per posizione organica di muratore (al termine della fase basica di formazione prevista per i VFP 1);
    5 per posizione organica di maniscalco (al termine della fase basica di formazione prevista per i VFP 1);
    5 per posizione organica di meccanico di automezzi (al termine della fase basica di formazione prevista per i VFP 1); per i nati dal 24 gennaio 1993 al 24 gennaio 2000.
  2. prevista incorporazione nel mese di settembre 2018, 2.000 posti per incarico o specializzazione che sarà assegnato dalla Forza Armata; per i nati dal 27 marzo 1993 al 27 marzo 2000.
  3. prevista incorporazione nel mese di novembre 2018, 2.000 posti per incarico o specializzazione che sarà assegnato dalla Forza Armata; per i nati dal 11 maggio 1993 al 11 maggio 2000.
  4. prevista incorporazione nel mese di febbraio 2019, 2.000 posti per incarico o specializzazione che sarà assegnato dalla Forza Armata; per i nati dal 6 luglio 1993 al 6 luglio 2000.

concorso esercito vfp1 2018

Requisiti Esercito Italiano 2018

Per potere fare domanda di partecipazione occorre possedere i seguenti requisiti:

Requisiti generici

  • possesso della cittadinanza italiana;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • avere compiuto 18 anni e non avere ancora superato i 25 anni di età;
  • possesso del diploma di istruzione secondaria di primo grado (ex scuola media inferiore);
  • non essere stati condannati per delitti non colposi, anche con sentenza di applicazione della pena su richiesta, a pena condizionalmente sospesa o con decreto penale di condanna;
  • non essere in atto imputati in procedimenti penali per delitti non colposi;
  • non essere stati destituiti, dispensati o dichiarati decaduti dall’impiego in una Pubblica Amministrazione, o licenziati dal lavoro alle dipendenze di Pubbliche Amministrazioni a seguito di procedimento disciplinare;
  • non essere stati sottoposti a misure di prevenzione;
  • avere tenuto condotta incensurabile;
  • non aver tenuto comportamenti nei confronti delle istituzioni democratiche che non diano sicuro affidamento di scrupolosa fedeltà alla Costituzione repubblicana e alle ragioni di sicurezza dello Stato;
  • idoneità psico-fisica e attitudinale per l’impiego nelle Forze Armate in qualità di volontario in ferma prefissata di un anno
  • esito negativo agli accertamenti diagnostici per l’abuso di alcool e per l’uso di sostanze stupefacenti o psicotrope a scopo non terapeutico;
  • non essere in servizio quali volontari nelle Forze Armate.

Requisiti specifici

Ricordiamo che I candidati che intendono accedere ai posti per le qualifiche di elettricista, idraulico, muratore e meccanico di automezzi dovranno possedere anche alcuni requisiti specifici, indicati in appendice al bando di concorso.

Prove d’esame e formazione della graduatoria

Il concorso VFP1 2018 per l’Esercito Italiano si articola nel modo seguente:

  1. valutazione dei titoli di merito e relativa graduatoria
  2. prove di efficienza fisica
  3. accertamenti psico-fisici e attitudinali

N.B. Nel caso rimanessero dei posti vacanti al termine di queste selezioni, su richiesta dello Stato Maggiore dell’Esercito la DGPM si troverà in condizione di attingere, previo consenso dei rispettivi Stati Maggiori, dalle graduatorie in corso di validità dei VFP 1 nella Marina Militare e nell’Aeronautica Militare che hanno dichiarato il consenso ad essere arruolati presso altre Forze Armate.

Come inoltrare la domanda

Chi fosse interessato ad arruolarsi nelle Forze Armate e volesse spedire la domanda di partecipazione al concorso VFP1 2018 per l’Esercito può recarsi sul sito internet Lavora con noi del Ministero della Difesa (raggiungibile seguendo il link) e scaricare l’apposito modulo, quindi compilarlo e procedere all’istanza seguendo la procedura che vi sarà indicata;

il bando di concorso completo può essere consultato sulla Gazzetta Ufficiale IV Serie Speciale Concorsi ed Esami n. 2 del giorno 5 gennaio 2018.

Si ricorda che le domande di partecipazione vanno inoltrate entro il giorno 24 gennaio 2018.

Share.

Commenta