Domino’s Pizza: nuove aperture e 300 assunzioni

0

La pizza americana inizia a farsi strada anche nel Belpaese, tanto che Domino’s Pizza, colosso USA della ristorazione, annuncia 300 assunzioni nelle imminenti nuove aperture di Milano, Torino, Modena, Bologna, Genova e Brescia.

La notizia dal punto di vista occupazionale è sicuramente buona, vediamo dunque di scoprire alcuni dettagli in più su questa celeberrima azienda, per poi fare il punto sulle offerte di lavoro in arrivo nelle nuove aperture.

Domino’s Pizza: la ristorazione USA alla conquista dell’Italia

La fondazione di Domino’s Pizza risale al 1960, ma solo negli ultimi anni questo colosso della ristorazione americana è sbarcato in Italia, patria del prelibato alimento che contraddistingue il menu della catena.

Il primo punto vendita venne aperto in Michigan, e da allora iniziò un’espansione che ha portato oggi Domino’s ad essere la seconda catena di pizzerie al mondo dopo Pizza Hut e prima di Papa John’s, vantando oltre 11.000 punti vendita in 70 Paesi del mondo.

300 offerte di lavoro in arrivo

Stando a quanto comunicato dal quartier generale, Domino’s Pizza Italia cerca circa 240 tra addetti alla ristorazione e addetti alle consegne e oltre 60 assistant manager, per un toale di 300 posizioni aperte;

la città maggiormente interessata è Milano, nella quale sono previste circa 100 offerte di lavoro, a seguire Genova, dovo sono ricercati 10 assistant manager e 40 figure operative, Brescia, dove servono in particolare 5 assistant manager e 15 o 20 addetti alla ristorazione e alle consegne;

a Bologna saranno 40 le posizioni aperte, così come a Torino, mentre a Modena ci saranno 10 assunzioni di personale.

Domino’s lavora con noi: come spedire il curriculum

Se siete desiderosi di trovare un impiego in pizzeria e volete spedire il CV per le nuove aperture Domino’s Pizza recatevi sul sito ufficiale per l’Italia

www.dominositalia.it

selezionando contattaci, ponendo domanda nel menu a tendina e richiedendo quale sia la migliore modalità per la spedizione della vostra candidatura.

Share.

Commenta