Torino: 9 supermercati porteranno centinaia di posti di lavoro

0

Il 2018 sarà l’anno dei centri commerciali per la città di Torino: sono infatti 9 i piccoli centri commerciali già approvati dalla giunta Appendino negli ultimi tempi, più altri in fase di discussione, che porteranno centinaia di posti di lavoro sul territorio;

in alcuni casi si tratterà di supermercati e ipermercati in grado di fare da catalizzatore per la clientela e spingerla ad avviarsi in store già esistenti, in altri ci sarà la costruzione ex novo di maxistore e shopping center diffusi, tutti di dimensioni medio piccole, talvolta su aree abbandonate e da riqualificare.

Esselunga alla ex Westinghouse di Via Paolo Borsellino

Alla fine di una lunga vertenza si è arrivati a una conclusione: via libera alla Esselunga di Corso Vittorio Emanuele II, angolo Via Paolo Borsellino, su quella che è stata a lungo una delle porzioni di territorio più ambite del capoluogo piemontese, la area ex Westinghouse;

sul posto sorgerà anche un centro congressi con una sala da minimo 5.000 posti, un albergo con circa 200 camere, comprensivo della ristrutturazione della ex fabbrica Nebiolo;

fanno parte dell’operazione anche la ristrutturazione della manica dell’ex Caserma Lamarmora (2.700 metri quadrati), un parcheggio da 1.200 posti auto interrati e la sistemazione di 50mila metri quadrati di aree pubbliche, il tutto a cura del noto studio di architetti Rolla.

lavoro supermercati torino

Due Lidl in Via Bologna e Via Baltimora

Si sposta il discount Lidl di Via Ponchielli e si ingrandisce (creando così nuove opportunità di lavoro), posizionandosi nel quadrilatero tra  via Bologna, via Pacini, via Quittengo e via Ristori, dove prima c’era il Gruppo Bodino.

Il nuovo supermercato potrà contare su una superficie di circa 1300 metri quadrati.

Altro supermercato a marchio Lidl in zona Santa Rita, per la precisione in Via Baltimora.

Due Famila, alla ex Berto-Lamet e allo Scalo Vanchiglia

Sorgeranno due supermercati Famila in due aree della città che da tempo avevano bisogno di essere riqualificate:

il primo interesserà la zona della ex Berto-Lamet, poco distante dal campo nomadi che tanto fece parlare di sé, nell’ottica della riqualificazione dell’area il supermarket dovrà essere uno sprone a frequentare una porzione di Strada del Portone che per i torinesi non è più meta di shopping da anni;

il secondo sarà al centro di un’operazione che prevede tra l’altro la costruzione di nuovi appartamenti (circa 450) in zona ex Scalo Vanchiglia, in attesa che venga terminata la linea 2 della metropolitana; in questo caso il progetto prevede il sorgere di una sorta di centro commerciale diffuso ai piedi delle case e della torre che saranno realizzati.

Nuova Coop in Via Botticelli al posto della ex Alfa Romeo

Nel 2018 sarà completato anche il supermercato Coop nell’area ex Alfa Romeo di Via Botticelli; anche in questo caso si aggiungeranno appartamenti e uno spazio pubblico, con tanto di risistemazione della viabilità tramite la realizzazione di un nodo viario alternativo che collegherà via Mercadante con corso Giulio Cesare.

Megastore in Via Nizza con Lingotto GL

Il progetto sul quale per ora si sa meno riguarda uno spazio commerciale di Via Nizza che sarà assegnato a Lingotto GL; in questo caso non si può ancora prevedere né il numero delle assunzioni né la tipologia di mansioni che dovrà ricoprire il personale.

Bricoman sceglie Corso Romania per il suo maxistore

Nuovo centro commerciale anche in Corso Romania: la giunta Appendino ha deciso di portare avanti la variante urbanistica 311, che cambierà volto alla periferia nord di Torino; il nuovo punto vendita creerà una sinergia con il preesistente centro commerciale Auchan, in una zona che vede già la presenza di attività di grandi dimensioni come Panorama, Norauto e la rivendita Iveco.

Dimar mette gli occhi su Via Orbetello, Corso Grosseto e Corso Bramante

Altre attività commerciali sorgeranno in punti strategici come Corso Bramante, Corso Grosseto e Via Orbetello, e pare che al momento sia in vantaggio sui competitor il gruppo Dimar, titolare dei marchi Famila, mercatò, Maxi Sconto ecc.

Centinaia di offerte di lavoro in arrivo

Alla luce di quanto detto sono ovviamente centinaia le offerte di lavoro in arrivo nei nuovi supermercati, maxistore e negozi che ravviveranno Torino nel 2018, destinata a diventare la città dei centri commerciali per eccellenza;

i curriculum andranno inviati di volta in volta alle pagine Lavora con noi dei siti internet delle insegne che apriranno i battenti, ci sarà posto per commessi e commessi, addetti alle casse, ai banchi, scaffalisti, magazzinieri e molto altro.

Share.

Commenta