Festival della Scienza: offerta di lavoro come animatore

0

Avete mai pensato di fare l’animatore scientifico? Siamo certi che la maggior parte di voi risponderà di no, poiché si tratta di un ruolo abbastanza inusuale, e sono ben pochi i luoghi in cui è possibile svolgere questa mansione, che tuttavia può essere incredibilmente soddisfacente! Se siete tentati da questa idea sappiate che c’è un’offerta di lavoro aperta come animatore scientifico presso il Festival della Scienza di Genova, che si terrà dal 22 ottobre al 1 novembre 2015. Vediamo quali sono i requisiti richiesti per potere presentare la candidatura, e come e dove inviare il proprio curriculum vitae nel caso si volesse approfittare di questa opportunità.

festival scienza animatore

Requisiti richiesti agli animatori

Il Festival della Scienza di Genova per questo posto di lavoro richiede le seguenti caratteristiche:

  • età compresa tra 19 e 35 anni
  • essere studente universitario, dottorando o laureato
  • esperienza pregressa nel mondo dell’animazione (anche non scientifica)
  • buone competenze scientifiche (anche coltivate in autonomia)

come sempre nel caso del mondo dell’animazione si richiedono anche doti relazionali e spirito di squadra.

Nel caso si fosse assunti, prima di iniziare il lavoro sarà necessario partecipare a un corso di formazione obbligatorio (non retribuito) della durata di 8 ore. La mansione sarà invece ovviamente retribuita. Sarà ovviamente necessario confermare la propria disponibilità per tutti i giorni di durata del Festival.

Come e dove inviare il CV

Nel caso foste tentati da questo posto di lavoro temporaneo come animatore scientifico, potete inviare un curriculum vitae inviando la propria candidatura entro il 17 giugno, tramite l’apposita pagina sul sito ufficiale del Festival della Scienza, e selezionando la voce “iscriviti come Animatore Scientifico”.

Ricordiamo che questo posto di lavoro, temporaneo e retribuito, dà la possibilità nel caso lo si desiderasse di diventare “animatore veterano”, ed essere richiamati a lavorare alle successive edizioni del Festival della Scienza di Genova senza dovere nuovamente ripercorrere la trafila di selezione e formazione.

 

Share.

Commenta