Lavorare al Quirinale: concorso per 8 posti

0

A chi non piacerebbe lavorare al Quirinale? Un posto di lavoro a Roma in uno dei palazzi più belli ed esclusivi al mondo, un impiego statale e una possibilità di carriera che definire interessante è poco: ebbene, è stato finalmente pubblicato un concorso per 8 assunzioni nella mansione di referendario in prova nel ruolo della carriera direttiva amministrativa del Segretariato generale della Presidenza della Repubblica;

andiamo a vedere cosa bolle in pentola a “casa Mattarella”, i requisiti richiesti per partecipare al concorso e le informazioni utili per inviare la vostra domanda di lavoro al Quirinale.

Posti a concorso presso la Presidenza della repubblica

I posti di lavoro disponibili al Quirinale come premesso riguardano l’interessante mansione di referendario in prova nel ruolo della carriera direttiva amministrativa del Segretariato generale della Presidenza della Repubblica, e presenta una riserva di 3 posti per il personale già in ruolo del Segretariato generale.

concorso quirinale

Requisiti richiesti per il referendario

Chi volesse approfittare di questa opportunità deve possedere i seguenti requisiti:

  • cittadinanza italiana;
  • età non superiore ai 40 anni compiuti (45 anni in caso di dipendenti di ruolo di Organi costituzionali o di Amministrazioni pubbliche)
  • godimento dei diritti civili e politici
  • laurea conseguita con una votazione non inferiore a 105/110 o equivalente in una delle seguenti discipline: discipline economiche e sociali, economia ambientale, economia assicurativa e previdenziale, economia aziendale, economia bancaria, economia del commercio internazionale e dei mercati valutari, economia del turismo, economia delle amministrazioni pubbliche e delle istituzioni internazionali, economia delle istituzioni e dei mercati finanziari, economia e commercio, economia e finanza, economia e gestione dei servizi, economia e legislazione per l’impresa, economia industriale, economia marittima e dei trasporti, economia per le arti, la cultura e la comunicazione, economia politica, filosofia, giurisprudenza, lettere, lingue e letterature straniere, marketing, materie letterarie, relazioni pubbliche, scienze dell’amministrazione, scienze della comunicazione, scienze economiche statistiche e sociali, scienze internazionali e diplomatiche, scienze politiche, scienze statistiche ed attuariali, scienze statistiche ed economiche, sociologia, statistica, statistica e informatica per l’azienda, storia, lauree magistrali
  • idoneità fisica all’impiego
  • assenza di sentenze definitive di condanna che importino l’interdizione perpetua dai pubblici uffici ovvero l’applicazione di quanto previsto dall’articolo 32 quinquies del Codice penale
  • assenza di provvedimenti di destituzione, licenziamento o dispensa dal servizio presso Amministrazioni pubbliche per persistente insufficiente rendimento, ovvero di provvedimenti di decadenza da un impiego pubblico essendo stato accertato che l’impiego medesimo era stato conseguito mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile
  • assenza di sentenze definitive di condanna, o di applicazione della pena su richiesta per reati diversi da quelli di cui alla lettera citati sopra, anche se siano intervenuti la prescrizione o provvedimenti di amnistia, indulto, perdono giudiziale, riabilitazione, sospensione 3 della pena, beneficio della non menzione, ovvero di procedimenti penali pendenti

Prove d’esame

Per il concorso al Quirinale come referendario in prova sono previste le seguenti prove d’esame:

  1. prova preselettiva: qualora il numero delle domande presentate superi quaranta volte i posti messi a concorso, consiste in 100 quesiti a risposta multipla
  2. prima prova scritta: diritto costituzionale
  3. seconda prova scritta: diritto dell’Unione europea
  4. terza prova scritta: diritto amministrativo e contabilità di Stato e degli Enti pubblici
  5. quarta prova scritta: politica economica e finanziaria ovvero diritto civile, a scelta del candidato
  6. quinta prova scritta: sintesi in lingua inglese
  7. prova orale: colloquio su tutte le materie oggetto delle prove scritte, comprese quelle non scelte dal candidato, nonché sulla Storia italiana dal 1861 ad oggi, anche con riferimento ai principali avvenimenti del processo di integrazione europea

Come fare domanda di partecipazione al concorso

Se siete interessati a questo concorso potete fare domanda a:

Segretariato generale della Presidenza della Repubblica – Servizio del personale, via della Dataria, n.96 – 00187 Roma

esclusivamente per via telematica tramite il sito internet del Quirinale, alla sezione concorsi (seguendo il link potrete anche visionare il bando completo).

Si ricorda che le domande vanno inviate entro e non oltre la data di scadenza del giorno 19 gennaio 2017.

 

Share.

Commenta